Strutture ricettive di successo: i servizi che non possono mancare per le vacanze in bicicletta (e non)

vacanze in bicicletta

Strutture ricettive di successo: i servizi che non possono mancare per le vacanze in bicicletta (e non)

I mesi estivi sono alle porte e tutti, chi per un weekend, chi per qualche settimana, si concedono una vacanza. Le strutture ricettive sanno prendersi cura dei turisti che cercano un po’ di relax all’aria aperta? E cosa propongono ai cicloturisti che optano per vacanze in bicicletta, quelli dinamici che amano le due ruote e scelgono una destinazione anche in base agli itinerari di cicloturismo che propone?

Ecco qualche accorgimento che in una struttura ricettiva di successo fa la differenza, soprattutto per chi opta per le vacanze in bicicletta con bambini e non. Attenzione a non dare per scontati questi consigli, che possono rivelarsi la marcia in più dei business turistici!

Reception aperta 24 ore su 24

Gli hotel che puntano a soddisfare le esigenze della clientela internazionale sono chiamati a considerare l’importanza di offrire un servizio di accoglienza attivo durante l’intera giornata agli ospiti che arrivano la mattina presto come la sera tardi. I cicloturisti, si sa, si fanno trasportare dai percorsi e amano perdersi nella natura; la serenità di non avere troppi vincoli orari farà vivere loro una vacanza unica!

Aree comuni rilassanti e tech

Ai turisti sportivi quanto a quelli più pigri, piace concedersi un momento di pausa. In una struttura ricettiva, che si tratti di un B&B in collina, di un camping o di un hotel in riva al mare non può mancare una zona relax dotata di comode sedute dove sfogliare una rivista o postare l’ultima foto della vacanza con una connessione Wi-Fi velocissima.

Esperienze tipiche

Ogni zona d’Italia ha le proprie peculiarità, proprio per questo una struttura ricettiva funzionale per il turista deve pensare a servizi aggiuntivi in grado di rendere unica l’esperienza. Un hotel della riviera può offrire uno sconto per chi prova il kytesurf, o qualora la struttura fosse incorniciata tra le montagne, organizzare una sciata notturna. Non solo sportivi, i turisti di oggi desiderano vivere esperienze in grado di coniugare azione e tradizione. È il caso di attività come lezioni di cucina in cui si preparano piatti locali o attività di artigianato, che prevedono la realizzazione di un oggetto che diventa il ricordo di una vacanza e l’emblema di una piacevole giornata. Senza tralasciare le uscite organizzate, a piedi o sulle due ruote, alla scoperta degli angoli più tipici.

Servizio navetta

Che si tratti di una stazione ferroviaria o di un aeroporto, una struttura ricettiva di primo livello deve offrire, possibilmente incluso nel prezzo del soggiorno, il transfer da e per i collegamenti più vicini. Così facendo l’ospite si sente libero, senza dover pensare a come raggiungere l’aeroporto o la stazione di una città che non conosce.

Colazione internazionale e non solo

Sembra una banalità ma ancora in molte strutture la colazione viene proposta con prodotti confezionati. Ampliare la proposte culinaria con dolce e salato è fondamentale per far partire con il piede giusto qualsiasi ospite. Inoltre l’attenzione ai diversi regimi alimentari proponendo a colazione anche alimenti vegani fa sentire a casa, tutti, ma proprio tutti.

Sportivi, golosi, appassionati di storia e cultura, amanti della movida, qualsiasi sia la tipologia di turisti che visita una struttura ricettiva d’estate, farsi trovare pronti alle varie esigenze migliora l’esperienza dell’ospite e lo fidelizza. Ciò che è certo è che il trend del cicloturismo non può più essere ignorato dalle strutture ricettive che devono diventare sempre più bike friendly.

No Comments

Leave a Comment